Arrivano su Epic Game Store, Kingdom Come Deliverance e Aztez, disponibili entrambi al download gratuito

Arrivano Gratuitamente, dal 13 al 20 febbraio, su Epic Games Store : Kingdom Come Deliverance Royal Edition & Aztez. Scopriamoli insieme :

aztez gratuito

Aztez è gioco unico che unisce il genere picchiaduro a quello di strategia a turni, il tutto ambientato nel mondo dell’Impero azteco. Eventi di combattimento ad alto livello tecnico in puro stile picchiaduro e in tempo reale che metteranno fine ai conflitti attuali nel tuo impero…

Tre sono le modalità di gioco: Campagna, Addestramento e Arena.

Campagna

Il gioco inizia nel 1428 a.C., 20 anni prima dell’arrivo dei Conquistadores spagnoli nell’impero azteco, e il giocatore si trova inizialmente con un Aztez, in una mappa che rappresenta le città reali dell’impero azteco stesso. La campagna si divide in due fasi, ovvero quella strategica e quella di battaglia.

  • La fase strategica è appunto la mappa dell’impero azteco, suddivisa in caselle esagonali, dove il giocatore può equipaggiarsi con le armi disponibili e sbloccate. Ad ogni turno sono presenti diversi eventi con le quali si decide il futuro dell’impero azteco: infatti, se tutto va bene, è possibile sottomettere altre città stato estendendo così i confini dell’impero; nella peggiore delle ipotesi, invece, alcune città potrebbero cadere in rovina. Ogni città possiede un numero equivalente alla popolazione totale, che può salire fino a 5 punti. Alla fine di ogni turno questi punti si sommano alla quantità totale di crediti che è possibile spendere per altri bonus.
  • La fase di battaglia è quella incentrata sulle lotte contro vari nemici, dove il giocatore impersona un Aztez (da cui il titolo), ovvero un guerriero d’elite azteco. La fase è un picchiaduro bidimensionale a scorrimento orizzontale, dove è possibile usare una spada, una lancia, un pugnale o una mazza per sterminare i vari nemici, completare la missione bonus per ogni evento e guadagnare così nuovi oggetti.

Il giocatore perde quando termina tutti gli Aztez (l’equivalente delle vite), i dissensi raggiungono Tenochtitlan o Cortez raggiunge la capitale. Al contrario, vinta quando respinge con successo l’invasione degli spagnoli di Cortez o soppianta l’imperatore Montezuma diventando lui stesso imperatore al suo posto.

Graficamente, nella fase di battaglia il gioco utilizza una tavolozza in scala bianco e nero con aggiunta di rosso per il sangue, in modo simile a MadWorld.

Eventi

Vari sono gli eventi presenti nel gioco:

  • Annessione: completare la sfida comporta l’annessione della città all’impero. Per vincere, il giocatore dovrà eliminare tutti i nemici entro due minuti. Perdere la sfida comporta la morte di un Aztez.
  • Spoglie di guerra: in questa missione bonus, è necessario sconfiggere tutti i nemici in due minuti. Vincere la sfida comporta l’ottenere degli oggetti bonus. Perdere la sfida comporta la morte di un Aztez.
  • Saccheggio: l’obiettivo è eliminare tutti i ladri che stanno saccheggiando le rovine in tre minuti. Perdere la sfida comporta la morte di un Aztez. Vincere comporta la scelta tra tre oggetti anziché due.
  • Peste: la città soffre di una mancanza di risorse. Bisogna sconfiggere tutti i nemici entro due minuti. Vincere eviterà la caduta della città. Perdere la sfida comporta la morte di un Aztez e l’andare in rovina della città.
  • Disgrazia del Dio Sole: dei cultisti ribelli di Tlaloc hanno occupato il tempio di Huitzilopochtli: l’obiettivo è eliminarli tutti. Perdere la sfida comporta la morte di un Aztez e un periodo di oscurità, impedito invece in caso di vittoria.
  • Tempio profanato: un gruppo di vandali sta profanando il tempio del Dio della Pioggia; l’obiettivo è eliminarli tutti. Perdere la sfida comporta la morte di un Aztez e un periodo di siccità, impedito invece in caso di vittoria.
  • Dissenso: perdere la sfida comporta la morte di un Aztez e un dissenso della città che diventa quindi ribelle, impedito invece in caso di vittoria, nel caso della quale la città rimane neutrale.
  • Rete di spie: perdere la sfida comporta la morte di un Aztez e la fuga delle spie in altre città; vincerla, invece, comporta la distruzione della rete.
  • Incursione di Chichimechi: perdere la sfida comporta la morte di un Aztez e la perdita di risorse.
  • Contratto di sicurezza: vincere la sfida fa ottenere al giocatore un certo numero di risorse, mentre perderla comporta la morte di un Aztez.
  • Festival della fertilità: questo evento bonus termina quando l’Aztez viene sconfitto o scade il tempo. Ogni barra di sangue riempita dona un punto popolazione bonus alla città. Inoltre, l’Aztez non muore.

Combattimento

In battaglia, è possibile usare un massimo di quattro armi, intercambiabili con i tasti direzionali. L’Aztez attacca con le proprie armi e con lo scudo (quest’ultimo utile per spezzare le guardie dei nemici), schivare o parare gli attacchi, o afferrare gli avversari e picchiarli o lanciarli per aria per poi saltargli addosso e infierire su di loro con attacchi aerei. Durante una presa, inoltre, se il nemico è abbastanza indebolito, è possibile afferrarlo, caricare un colpo potente e sacrificarlo in tal modo agli dei con tale colpo. Premendo il tasto Spazio (per la versione PC) è inoltre possibile assorbire il sangue caduto, riempiendo così una barra speciale a forma di sfera nelle vicinanze della barra di salute. Riempita la “sfera”, sarà possibile evocare un dio per infliggere danni devastanti, o comunque avere un vantaggio devastante sul campo di battaglia.

I nemici hanno diversi attacchi, di cui il giocatore sarà avvertito col punto esclamativo sul nemico se sarà abbastanza vicino:

  • Giallo: il nemico lancerà un attacco debole, e sarà sufficiente parare l’attacco o comunque evitarlo.
  • Arancio: il nemico lancerà un attacco di moderata potenza, e l’Aztez dovrà contrattaccare.
  • Rosso: il nemico lancerà un attacco potente e pericoloso, capace di superare la parata, rendendo pertanto obbligatorio schivarlo.

kingdom come deliverance gratis

Kingdom Come: Deliverance è un videogioco di ruolo del 2018, sviluppato da Warhorse Studios e pubblicato da Deep Silver per PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows. È stato distribuito in tutto il mondo a partire dal 13 febbraio 2018.

Il gioco è ambientato nel 1403 d.C. nel Regno di Boemia, uno Stato Imperiale del Sacro Romano Impero con contenuti e particolari storicamente accurati.

kingdom come deliverance gratis

Kingdom Come: Deliverance è un videogioco Action RPG di tipo open world con prospettiva in prima persona che utilizza un sistema da RPG privo di classi, in cui il giocatore può personalizzare le abilità del personaggio e fargli assumere ruoli quali guerriero, bardo, ladro o simili. Le abilità e le statistiche crescono a seconda delle azioni del giocatore durante la storia e le conversazioni con gli altri personaggi. Durante tali conversazioni, il tempo per rispondere è limitato ed influenzerà le relazioni con gli altri. La reputazione si basa sulle scelte del giocatore che porteranno a delle conseguenze.

A differenza di Aztez (titolo sconosciuto a molti), non spiegheremo come funziona, e vi invitiamo vivamente a provarlo con mano. L’edizione poi risolve molti dei problemi e bug di cui il titolo soffriva all’uscita, motivo questo per dargli una secondo opportunità se ci avevate già giocato.

Vi ricordiamo di nuovo che entrambi i titoli potranno essere scaricati gratuitamente dal 13 al 20 febbraio.

Disegno by Ir0kami, visita il suo profilo instagram
Disegno by Ir0kami, visita il suo profilo instagram