Scopriamo il nuovo Unreal Engine 5 dagli studi di Epic Games, nuova grafica e nuovo audio!

Oggi parliamo di Epic Games, nota in tutto il mondo per Fortnite, e Fortnite Chapter 2, che però ha anche altri meriti di cui essere attribuita, uno tra questi l’Unreal Engine! L’Unreal Engine è il motore grafico sviluppato dal team di Epic Games e la prima versione realizzata fu usata per l’fps Unreal nel lontano 1998, adesso siamo giunti al 2020 e proprio in questi giorni Epic Games ha annunciato il suo nuovissimo Unreal Engine 5, un nuovo motore grafico che, a parer nostro, è rivoluzionario in un campo molto particolare e molto sottovalutato nei videogiochi, ma ne parleremo dopo.

Il nuovo Unreal Engine, si dice, verrà usato in tutti i prossimi giochi per PlayStation 5, e promette di offrire “un fotorealismo al pari dei film prodotti in CG e della vita reale“. Questo Engine è stato annunciato con un video in cui lo vediamo all’opera su una demo in gioco su PS5, di seguito vi lasciamo il video completo:

Come dite? Sbalorditivo? Esatto, l’ho pensato anch’io, per quanto promettente sia il comparto grafico, tanto di cappello agli sviluppatori di questo lavoro mastodontico, mi ha colpito il comparto sonoro. Pensateci, in un gioco la maggior parte dell’utenza ammira la grafica, la storyline, l’ottimizzazione e così via, ma il comparto sonoro viene menzionato quasi esclusivamente per quanto riguarda le canzoni e le musiche di gioco quando in realtà il comparto sonoro di un gioco ha un potere enorme all’interno dell’esperienza in game. A questo punto potreste dirmi “Ma il comparto sonoro è già importantissimo. Guarda alla musica d’atmosfera in determinate aree o situazioni“, e avreste ragione, le canzoni e la musica in game sono importantissime, senza il gioco diventerebbe piatto, quello a cui però mi riferisco io, però, sono tutti i suoni “ambientali” e quei suoni che normalmente hanno una dimensione piatta nei giochi. Nel video vediamo come il suono delle rocce non è piatto ma si ramifica in varie direzioni come le rocce stese, questo è solo un piccolissimo, ma comunque di forte impatto, esempio di come il comparto sonoro deve avere la sua parte, che ha avuto quasi soltanto negli sparatutto con i suoni direzionali degli spari. Il tutto non può, ovviamente, che giovare all’immersione nell’esperienza di gioco di ognuno di noi videogiocatori.

Unreal Engine 5 utilizza due nuove tecnologie, vediamole nel dettaglio:

Nanite

Si tratta di una geometria a micropoligoni virtualizzata che lascia spazio agli artisti nel creare dettagli geometrici che l’occhio può vedere. “Geometria virtualizzata” vuol dire che la fonte di qualità cinematografica comprenderà centinaia di milioni o di miliardi di poligoni e può essere direttamente importata sull’Unreal Engine con la sicurezza che funzionerà, come per esempio sculture in ZBrush o scansioni da CAD. La geometria Nanite non ha limite di poligoni o budget di conteggio in quanto viene trasmessa in streaming e ridimensionata in tempo reale. Una bella novità che farà sicuramente uscire il meglio dagli artisti bloccati con più o meno ampi budget di poligoni da usare.

Lumen

La tecnologia Lumen è invece una soluzione di illuminazione globale del tutto dinamica, ciò significa che la scena reagirà immediatamente alla luce che riceverà, nel video vediamo questa cosa con gli insetti nel pavimento che si spostano. Lumen permetterà quindi di creare scene nettamente più dinamiche con rimbalzi di riflessi praticamente infiniti, basti pensare al lento ma incessante movimento del sole che sposta, anche se di pochissimo, tutta l’illuminazione in uno spazio aperto. Anche la tecnologia Lumen aiuta moltissimo gli artisti, in quanto potranno vedere gli effetti delle varie e diverse illuminazioni in tempo reale, stando certi che saranno uguali nella versione ultima nella console.

Unreal Engine 5 sarà disponibile in anteprima a partire dall’inizio del 2021, la versione completa è prevista per lo stesso anno, e supporterà PC, PlayStation 5, Xbox Series X, PlayStation 4, Xbox One, Mac, iOS e Android, in pratica nessuno verrà escluso da questo nuovo motore grafico.

Epic Games ci ha dato una bella novità dopo un periodo abbastanza piatto nel mondo del gaming, con tutte le posticipazioni dovute al coronavirus siamo rimasti con in mano ciò che avevamo già prima e nulla di nuovo, adesso abbiamo invece qualcosa di nuovo e di davvero molto interessante da osservare e studiare. Per rimanere aggiornati sullo sviluppo dell’Unreal Engine 5 vi invitiamo come sempre a dare un’occhiata al sito ufficiale di Epic Games, che sicuramente posterà a riguardo e chissà che non ci mostreranno altro andando avanti nei mesi?

Disegno by Ir0kami, visita il suo profilo instagram
Disegno by Ir0kami, visita il suo profilo instagram