Activision rivela che dall’uscita più di 50.000 cheaters sono stati bannati in modo permanente

“Non c’è spazio per chi bara nei giochi. Warzone ha tolleranza zero per i cheaters,” ha affermato il publisher in un post sul suo blog.

“Noi prendiamo molto seriamente ogni forma di cheating, mantenere un certo livello ed una parità di condizioni per tutti è tra le nostre più alte priorità. Questo è un argomento al quale abbiamo lavorato molto duramente, ma non è qualcosa di cui parliamo sempre pubblicamente.”

Activision ha affermato che dei team di sicurezza stanno monitorando i dati 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, al fine di “identificare potenziali infrazioni” e “revisionare tutti i possibili trucchi e hack.” Il publisher ha anche menzionato il sistema di report del gioco, la cui interfaccia utente verrà semplificata al fine di facilitarne l’utilizzo.

“Semplicemente non c’è posto per chi bara. Sappiamo che non esiste un’unica soluzione per combattere i cheaters, è un costante studiare e migliorare, ogni giorno tutto il giorno,” viene aggiunto nel post. “Una cosa è sicura: noi ci impegniamo ad assicurare un’esperienza corretta e divertente per tutti.”

Activision ha in mente di tenerci costantemente aggiornati riguardo il numero di giocatori che vengono bannati.

Call of Duty: Warzone è disponibile adesso per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Disegno by Ir0kami, visita il suo profilo instagram
Disegno by Ir0kami, visita il suo profilo instagram